Home » Pressione della caldaia: quali sono i valori corretti

Pressione della caldaia: quali sono i valori corretti

Uno dei valori fondamentali della caldaia che ne permette il funzionamento riguarda la pressione. Chiunque dovrebbe sapere come si legge la pressione e per scoprire come si fa e quali sono i valori corretti, basta leggere questa breve guida che indica anche alcune soluzioni da mettere in pratica in caso di alterazioni e variazioni nella pressione dell’apparecchio.

Come leggere la pressione della caldaia

Prima di parlare di quali sono i valori corretti della pressione della caldaia, è meglio fermarsi un attimo a capire come si legge la pressione. In generale, dovrebbe esserci in ogni modello un manometro che ha proprio tale compito. Si tratta di un indicatore situato nella parte frontale della caldaia abbastanza facile da individuare.

È utile sapere che anche nelle caldaie di ultima generazione che hanno un display elettronico, il manometro si trova ugualmente perché risulta esser più preciso rispetto al dato digitale. Chi non dovesse riuscire a individuare il manometro, prenda il libretto di istruzioni o il manuale d’uso. Spesso si trova uno schema che spiega con precisione le varie parti della caldaia, compreso dove leggere la pressione.

Quali sono i valori corretti

I valori corretti per garantire la produzione di acqua calda sanitaria sono un minimo di un bar e un massimo di 2. Ovviamente, questi sono valori generali che possono cambiare da modello a modello. Di solito, si dovrebbe trovare un’indicazione più precisa nel solito manuale d’uso. A volte, addirittura, il manometro ha delle zone colorate che indicano proprio i valori entro i quali la lancetta dovrebbe trovarsi. Infine, nel momento in cui interviene il tecnico, basta chiedere a lui che cosa è meglio.

Che cosa fare quando la pressione è alterata

Se la pressione è alterata, si può provare a sfiatare il termosifone agendo sulla valvola per far uscire un po’ di acqua. Anche introdurre nuova acqua nel circuito tramite l’apposito rubinetto potrebbe sortire l’effetto desiderato. Tuttavia, vale sempre la pena sentire un valido tecnico che sa dove mettere le mani.

Se desideri avere ulteriori approfondimenti, vai su www.prontointerventocaldaie-roma.it