Assegno di mantenimento: che cos’è e chi lo decide

Il tema dell’assegno di mantenimento oggi è molto controverso e spesso i coniugi che si sperano hanno molto da dibattere proprio sull’entità di tale assegno. Vediamo di capire quali di che si tratta, chi decide l’entità e a chi versarlo, oltre anche a come avviare indagini sulla consistenza patrimoniale.

Che cos’è

L’assegno di mantenimento è una somma di denaro che viene versata all’ex coniuge per il mantenimento dei figli dopo la sentenza di separazione o di divorzio. Questo tipo di obbligo asce con lo scopo di tutelare chi tra i due coniugi è la parte economicamente più debole. Inoltre, la somma serve per coprire tute le spese degli eventuali figli della coppia ora divorziata o separata.

Chi decide

Ci sono due tipi di decisioni da prendere in merito all’assegno di mantenimento: chi lo versa e chi e che importo deve versare. Si tratta di un argomento spinoso che spesso crea tensioni tra i due coniugi perché è difficile, in alcuni casi, trovare un accordo sull’entità; chi deve versare vorrebbe diminuire la somma, mentre chi riceve dice che l’ex coniuge potrebbe contribuire economicamente di più.

La decisione su chi versa e quanto spetta, anzitutto, ai due coniugi che si possono mettere d’accordo tra di loro nelle fasi di separazione private coni loro avvocati. Si parla di un accordo consensuale. Nel momento in cui non c’è un accordo consensuale, allora si procede con la separazione giuridica cioè sarà un giudice a determinare chi versa l’assegno e la sua entità. Lo stesso vale per i casi di divorzio.

L’assegno di mantenimento si basa su chi è economicamente più forte e anche su chi ha l’affidamento dei figli della coppia. L’obbligo deriva dalla normativa che dice che i genitori hanno il dovere di assistenza morale e materiale, anche se non si è più una coppia effettiva. Per problemi derivanti dall’occultamento di somme e patrimoni al fine di pagare meno un assegno di mantenimento, si può fare riferimento a un’agenzia di investigazioni.

Per prendere subito un appuntamento, clicca qui www.grupposarosinvestigazioni.it