Dai prodotti dimagranti al mondo della nutrizione: i miti da sfatare

Su siti come www.prodotti-per-dimagrire.com è facile imbattersi in prodotti dimagranti e integratori che promettono di essere una vera e propria mano santa quando si tratta di perdere peso. Chi non abbia particolare familiarità con la materia, però, potrebbe chiedersi se funzionano davvero, possono essere assunti da tutti e senza bisogno di prescrizione o controllo medico e se in qualche modo possono rivelarsi dannosi. Dubbi come questi sono del tutto legittimi e, prima e per provare a fugarli, serve di fare un po’ di chiarezza sul mondo delle diete, dei regimi alimentari ipocalorici e, più in generale, della nutrizione.

Tanti falsi miti, infatti, girano rispetto all’alimentazione più sana e che permette di restare più in forma. In qualche caso seguire una particolare dieta (detox, proteica, chetogenica e via dicendo) diventa una vera e propria moda e non ci si rende conto dei rischi a cui si espone il proprio organismo quando si intraprendono regimi alimentari che non sono adatti alle proprie reali esigenze. Per questi motivi, se c’è un errore da evitare assolutamente quando si prova a perdere peso è fare da sé, senza rivolgersi a una figura specialistica come un dietista o un nutrizionista che sono gli unici a poter prescrivere un piano alimentare ad hoc o senza far affidamento per lo meno ai consigli – di certo più informati! – di un medico generico o di fiducia.

Una breve guida al mondo della nutrizione (corretta)

Vuol dire che siti come www.prodotti-per-dimagrire.com dovrebbero essere evitati  in toto? Decisamente no. Anzi, il pregio di “posti” come questi è di aver contribuito a una consapevolezza diffusa dell’importanza di un’alimentazione corretta. Tradotto significa che molta più gente oggi, rispetto che in passato, sa ed è convinta che una robusta costituzione non è sempre una sana costituzione. Qualche chilo in più non deve far preoccupare eccessivamente e non è certo segno di qualcosa che non va. Se i chili in più, però, sono legati a un regime alimentare poco equilibrato, ricco di grassi e poco salubre, quello che bisogna fare è intervenire in maniera preventiva e per evitare di degenerare verso situazioni, decisamente più gravi, di sovrappeso e obesità.

Dovrebbe essere abbastanza chiaro a questo punto, insomma, è che c’è oggi rispetto a qualche anno fa un’educazione alla buona alimentazione decisamente maggiore. Non è solo un vecchio adagio, del resto, quello secondo cui la salute parte dalla tavola e dal saper mangiare bene. Più che i periodi in cui si segue un regime alimentare controllato, più degli interventi finalizzati contano, cioè,  le scelte che si fanno a tavola ogni giorno. E per questo, per tornare al mondo degli integratori e dei prodotti dimagranti, le distinzioni da fare sono profonde e significative: tra quelli che vengono venduti come rimedi per dimagrire, infatti, ce ne sono di perfettamente naturali (tè, tisane, infusi, eccetera) che possono essere consumati anche nel lungo periodo e che aiutano a equilibrare il metabolismo o a regolare l’assorbimento dei grassi, in genere avendo effetti collaterali quasi nulli. Diverso è invece il caso degli integratori e dei prodotti sintetici: decisamente più mirati ma, per questo, potenzialmente più rischiosi non dovrebbero essere assunti senza il giusto intervento medico-specialistico.