Come scegliere una casetta in legno da giardino

Le casette da giardino in legno sono utili in diverse occasioni. Per esempio per tenere in ordine gli attrezzi per la cura del giardino stesso, oppure per svolgere i propri hobby come la pittura o sistemare biciclette, oppure può essere utilizzata come laboratorio o ancora come aria ricreativa per i bambini.

La scelta di una casetta in legno deve essere fatta con intelligenza, perché si tratta comunque di costruzioni che hanno un certo costo e tutti gli investimenti devono sempre essere eseguiti con una certa attenzione.

Il materiale della casetta: il legno

La casetta in legno ti permette di recuperare spazio. Devi valutare bene l’azienda alla quale ti rivolgi, il materiale stesso della casa, le sue dimensioni, il miglior tetto, l’eventuale pavimento etc.

In genere per il giardino si opta per una casetta in legno, anche se vi è sempre la possibilità di comprarne una in metallo. L’aspetto però è ciò che mette in dubbio molte persone.

La casa in legno è perfetta se ti piace lo stile di uno chalet, perché magari stai già valutando di soggiornare qui alcune ore a settimana. Il legno può essere un materiale altamente sicuro grazie agli appositi trattamenti protettivi che la rendono sicura anche se entra in contatto con il fuoco. Esistono anche delle vernici studiate a tal proposito. Il legno comunque è un isolante naturale, perciò offre già una certa sicurezza così com’è.

Pavimento si o pavimento no?

Una casetta in legno teoricamente può non avere il pavimento. Tutto dipende dall’uso che desideri farne. Se ti serve per metterci dentro attrezzi più o meno grandi per la cura del giardino, un pavimento non è essenziale. Diventa invece importante qualora desideri utilizzarlo per far giocare i bambini o come laboratorio.

Se desideri il pavimento, allora puoi optare per scegliere il legno, oppure un pavimento in PVC o ancora il polipropilene o la resina. Puoi acquistare la casetta con il pavimento già presente oppure puoi collocarlo in un secondo momento acquistandolo a parte. Vi sono pavimenti pensati proprio come isolanti per evitare che vi sia la risalita dell’umidità capillare.

Porte e finestre sono importantissime perché isolano termicamente la casa. Però per esempio, mentre una porta è sempre necessaria per poter entrare e uscire, una finestra non è detto che lo è. Se non desideri utilizzare la casetta a scopo ricreativo o come laboratorio, ma solo per riporre materiali e strumenti, le finestre tolgono spazio importante alle pareti che possono essere utilizzate per sistemare oggetti all’interno delle scaffalature.

La finestra è importante se hai bisogno di luce naturale oppure semplicemente calcoli di passarci diverso tempo e quindi vuoi aver un buon ricambio d’aria.

La finestra può essere fissa (solo con lo scopo di far entrare luce), apribile (se per esempio lo usi come laboratorio) e chiaramente di diverse grandezze. Se vuoi ottimizzare lo spazio ricordati che puoi sceglierla scorrevole.

La porta invece può essere doppia, oppure puoi optare per un modello più fine se non t’interessa troppo la sicurezza della stessa. Puoi valutare anche l’installazione di una porta finestra, anche di tipo scorrevole, così da guadagnare spazio.